articoli precedenti

WIKINGO

 successivi


ATTACCO U.S.A.


U.S. Drone

Mi son svegliato e accendendo la TV ho sublito esclamato: e questo COS'E'? Poi sentendo in giro ho capito che è il nostro Ambasciatore del Pakistan che ha appena fatto strage di civili innocenti.

Damadola, 13 gennaio 2006 - Wikingo - ai confini tra Afghanistan e Pakistan è appena avvenuto un attacco aereo militare americano sui civili, che avrebbe dovuto uccidere il Dottor Ayman al Zawahiri, braccio destro di Bin Laden (foto sotto). Pochi giorni fà infatti il Zawahiri aveva mandato un messaggio in videotape, all'interno era contenuta una sfida al presidente americano:


"Bush, devi ammettere che sei stato sconfitto in Iraq,
in Afghanistan e, presto,lo sarai anche in Palestina!".


Afghanistan

Ma il nemico è di fatto invisibile, dov'è? Nessuno lo sa, qualche spia urla a George Bush: E' lì a Damadola! Risultato: tre case ditrutte, 18 morti e tra questi donne e bambini. L'aereo era quello sopra, senza pilota, un drone telecomandato, l'azione programmata dalla C.I.A.; passato sul paesino ha fatto morti e devastazione.
A noi spettatori ci arriva continuamente l'effetto del circo grottesco di questo pazzi terroristi islamiciche sgozzando dei civili incutono un forte shock alla nostra mente. Ma certo l'effetto della risposta americane è identico, se non peggiore.
Diciotto morti innocenti che molto probabilmente non c'entravano niente col terrorismo. Ma a noi checce frega, la guerra è fuori! Già oggi i
TG stavano in silenzio su sta cosa e come sempre il glorioso Tg1 per primo. Non si fermano mai invece di mandare a rotazione gli sgozzamenti, le due torri: questi silenziosi errore di distruzione d'intelligence non fanno notizia.
L'ennesima giustificazione pragmatica e intelligente degli americani è stata che si avevano notizie certe che Zawahiri era presente in quelle case. Bene, le analisi del DNA diranno se, tra i morti ci sarà lui. Ma sembra ci siano smentite ufficiali da parte delle autorità pachistane che dicono che fra i cadaveri NON c'è quello di Ayman al Zawahiri. Ma è mai possibile che per cercare due uomini si debba creare tutta questa morte e distruzione? L'America non ha agenti investigativi seri?
MA PORCA XXXXXXX E' MAI POSSIBILE CHE LE FORZE POLITICHE AMERICANE POSSANO FARE QUELLO CHE VOGLIONO SUL MONDO, FREGANDOSENE CONTINUAMENTE DELL'OPINIONE DELL'EUROPA, DELLA CINA, DEGLI STESSI AMERICA
NI CHE LA PENSANO DIVERSAMENTE DA BUSH & COMPANY?

Sì, purtroppo è sempre più possibile:



Grazie anche ai governi tiepidi in politica estera come quello del nostro amico Silvio Berlusconi, che non dicono molto e fan finta di niente perchè sta gente non ha la cravatta e non ha la nostra bandiera, grazie a loro, che si inchinano sorridendo in maniera ipocrita ai potenti e massacratori del pianeta. E parlo della destra ma non credo che questa sinistra sarebbe meglio. Ad ogni modo la questione è da prendere in seria considerazione.
Migliaia di pachistani sono scesi in piazza a Islamabad per protestare di queste morti. A noi non ci arriva nemmeno l'eco di quel pianto. Rimanere in equilibrio tra rispetto per le Istituzioni e intelligenza individuale in questi casi è quasi impossibile.

Non credo assolutamente nel potere delle rivoluzioni, ma è indubbio che azioni come queste, totalmente pazze e ingiustificabili, avvengono in una fase di intorpedimento del sistema democratico da noi conosciuto, in un periodo di pigrizia o "negligenza" dell' ONU. Le vere Azioni, quelle che cambiano i popoli, si fanno col tempo, con l'insegnamento, con le generazioni e le intelligenze che crescono. Partono dall'individuo, dall'indivisibile. Per creare lemeraviglie ci vogliono i decenni, i secoli. Per fare i dannie la distruzione di massa basta un secondo e ad un'azione corrisponde sempre una reazione uguale e contraria (come l'ira degli USA per i morti delle Twin Tower). Aspettiamoci una reazione forte da parte degli altri pazzi.

Ad ogni modo mi fa schifo che questi morti abbiano indirettamente anche la mia firma, questi fratelli umani che si sono viste uccidere le famiglie senza un perchè, ora ci odiano. Pazzi politici... Mentre il nostro attacco è ingiustificato il loro odio ora lo è... E'l'ennesimo attacco stupido, crudele, non si aveva nemmeno la certezza che Zawahiri fosse lì, SI GIOCA COSI' CON LE VITE? Il guaio è che io amo gli States: paese anche di libertà e di vero "potere alla fantasia", dove si fa ricerca scientifica, amo l'america fatta di artigiani e industriali geniali che si sono fatti il culo e si sono realizzati con semplicità e pragmatismo, l'America di
artisti eccezionali in ogni campo. Ma allo stesso tempo non posso far finta di non vedere l'ignoranza dei suoi governanti.

Quando facciamo la benzina versiamo il sangue di questi individui e quando ci attaccheranno di nuovo, con qualche kamikaze, ricordiamoci di quello che facciamo da secoli coi popoli colonizzati.


 

PERUGINA___________________________
Le dolci "certezze"...


La guerra è la masturbazione dei potenti
e i potenti sono la masturbazione della guerra.

anonimo



Quando i ricchi si fanno la guerra,
sono i poveri che muoiono.


Jean-Paul Sartre


articoli precedenti

HOME ARTE

articoli successivi

Questo sito internet non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.
Questo sito può essere oggetto della protezione accordata dalla Legge sul Diritto d'Autore (Legge 633 / 1941).